Germania/Europa Due punti di vista sulle opportunità e i rischi dell'egemonia tedesca
Germania/Europa Due punti di vista sulle opportunità e i rischi dell'egemonia tedesca

Germania/Europa

Due punti di vista sulle opportunità e i rischi dell'egemonia tedesca

«Il vero segreto dell’odierna leadership tedesca, quello che potremmo chiamare il fondamento della sua capacità egemonica, non è di natura economica, come molti ritengono, ma è in primo luogo di natura spirituale e culturale: consiste in una trasformazione epocale, in una sorta di miracolo etico-politico, un “miracolo democratico”». Angelo Bolaffi

«Sul piano geopolitico la Germania ha rilievo se inscritta nell’Euroarea e nell’Unione europea. Ha bisogno dell’Europa non meno di quanto ne abbia l’Europa della Germania. La condizione affinché trovi negli altri paesi europei piena cooperazione è che sappia comprendere i loro problemi, non ne ostacoli il superamento, contribuisca a risolverli senza imporre le soluzioni». Pierluigi Ciocca

La Germania rappresenta, in questo difficile passaggio storico, disseminato di sfide inedite del mondo globale, il baricentro di una Europa sempre più fragile nei suoi equilibri e nella sua stessa esistenza: è innegabile che le sorti di un’unione faticosamente raggiunta dipendano fortemente dagli orientamenti e dalle scelte che è chiamata a compiere, nel prossimo futuro, la nazione tedesca. È una verità di cui spesso i suoi vicini europei stentano a prendere coscienza, manifestando atteggiamenti di aperta insofferenza e incomprensione nei confronti di un paese la cui storia ha dolorosamente pesato sui destini dell’intero Vecchio continente. Cos’è, dunque, la Germania di oggi? È in grado di esercitare quella leadership all’interno dell’Unione che oggettivamente le spetta? Le sue scelte di politica economica, improntate all’austerità e al rispetto dell’ortodossia delle regole di bilancio comunitarie, sono un modello o un intralcio per la costruzione di una politica economica comune? Partendo da punti di vista autonomi e non sempre convergenti, Angelo Bolaffi e Pierluigi Ciocca affrontano in questo volume i nodi più intricati della vicenda tedesca, e insieme di quella europea, in un confronto serrato su una questione ineludibile per tutti noi europei: cosa ne sarà dell’Europa se la Germania non riuscirà a interpretare con responsabilità e saggezza il suo ruolo di cuore federativo ?

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Original language

    Italian
  • Publication date

  • Collection

About the author

Angelo Bolaffi

Angelo Bolaffi, filosofo della politica e germanista, ha insegnato Filosofia politica all’Università «La Sapienza» di Roma. Dal 2007 al 2011 è stato direttore dell’Istituto di cultura italiana di Berlino. Per la casa editrice Donzelli ha pubblicato: Il sogno tedesco. La nuova Germania e la coscienza europea (1993), Il crepuscolo della sovranità. Filosofia e politica nella Germania del Novecento (2002) e Cuore tedesco. Il modello Germania, l’Italia e la crisi europea (2013, seconda edizione 2014).

Pierluigi Ciocca

Pierluigi Ciocca ha coordinato le operazioni in titoli, cambi, crediti alle banche, rapporti finanziari con il Tesoro e la ricerca economica nella Banca d’Italia. Ha poi fatto parte del Direttorio dell’Istituto. È socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Negli ultimi anni ha pubblicato Ricchi per sempre? Una storia economica d’Italia, 1796-2005 (Bollati Boringhieri, 2007); L’Iri nell’economia italiana (Laterza, 2014); La banca che ci manca. Le banche centrali, l’Europa, l’instabilità del capitalismo (Donzelli, 2014); Ai confini dell’economia (Aragno, 2016).

You will also like